CTW incontra Emma Girardello: giovane promessa dell’atletica italiana

//CTW incontra Emma Girardello: giovane promessa dell’atletica italiana

CTW incontra Emma Girardello: giovane promessa dell’atletica italiana

Il nostro team ha intervistato per voi la giovane promessa italiana Emma Girardello, classe ’98, atleta della categoria allievi, nonché nostra tester ufficiale per la collezione Flumen Collection.Le abbiamo posto alcune domande riguardo alla sua grande passione e sentite un po’ cosa ci ha raccontato!

QUALI SONO STATI I TUOI PRIMI PASSI NEL MONDO DEL RUNNING?

Tutto ha avuto inizio nelle ore di educazione fisica alle scuole medie, giocando a saltare i coni con i compagni di classe. Poi ho preso sul serio questa mia passione, fino ad arrivare a vincere diversi titoli regionali e disputare gli italiani. La qualificazione per i mondiali a Cali, in Colombia, é stata un’esperienza molto importante per me: non solo a livello sportivo, ma anche per quanto riguarda la mia crescita personale.

QUALI SONO I PROSSIMI APPUNTAMENTI?

Il prossimo anno, se mi qualificherò, miro a disputare i mondiali in Russia e l’anno dopo gli europei qui in Italia.

SAPPIAMO CHE QUESTO SPORT E’ POCO PRATICATO NEL NOSTRO PAESE. TI CAPITA MAI DI ALLENARTI DA SOLA?

Mi alleno quasi sempre da sola! Perché a Rovigo c’è una società, ma per vari motivi non riesco ad allenarmi con loro. Quindi sono tesserata per la Riviera del Brenta, che è una società che copre il Veneto, facendomi seguire da Domenico De Stefani. Siamo riusciti a creare un piccolo gruppo, ma spesso mi trovo a correre da sola.

QUALE SPECIALITA’ PREFERISCI?

Ho iniziato la mia avventura nell’atletica nella specialità del mezzo fondo, che è quella in cui mi esprimo meglio. Però, al giorno d’oggi, per essere una mezzofondista forte, devi essere anche una velocista. Quindi sto lavorando sulla velocità, tenendo sempre un occhio verso il mezzofondo. Infatti quest’anno ho migliorato i tempi nei 200m, mentre il prossimo anno mi piacerebbe lavorare di più nei 400 e 800m.

QUALI EMOZIONI TI FA PROVARE QUESTO SPLENDIDO SPORT?

Beh.. correre per me è una cosa naturale, quindi lo faccio volentieri e, al di là della tecnica che si deve acquisire, questo è soprattutto il mio modo di esprimermi. E’ per questo che alla fine di ogni gara, a prescindere dall’esito, mi sento bene: sto facendo quello che mi piace. Fortunatamente in questo periodo sto andando bene e quindi le soddisfazioni sono maggiori.

HAI QUALCHE RICORDO LEGATO ALLA TUA VITA DA RUNNER?

Si, ne ho due: il primo riguarda la mia infanzia, quando venivo ad allenarmi con il mio vecchio allenatore, il prof. Zanella, che sfortunatamente ci ha già lasciati. Per me è stato come un nonno e ho davvero tanti ricordi legati a lui, che mi ha trasmesso la passione per il running, presentandosi agli allenamenti nonostante ci fossero pioggia o neve. Il secondo ricordo riguarda la splendida esperienza dei mondiali di quest’anno. Venti giorni di emozioni continue.

QUALE CONSIGLIO DARESTI AD UNA RAGAZZA CHE VUOLE INTRAPRENDERE QUESTA STRADA?

Dunque, purtroppo in Italia non è semplice per la mancanza di strutture, quindi ci vuole innanzitutto molta passione. Poi io dico sempre: “iniziare con calma e senza troppe aspettative, ciò che importa è divertirsi”. Tanto correre è la cosa più naturale che ci sia ed iniziare non costa nulla. Il mio consiglio è quello di provarci, sempre e comunque.

SEI UN ATLETA PROFESSIONISTA MA ANCHE UNA LICEALE. COME RIESCI A CONCILIARE TUTTI GLI IMPEGNI?

Buona volontà ed organizzazione, certo non è sempre semplice e alle volte diventa un po’ stressante. Comunque alla fine è soltanto questione di abitudine e passione.

HAI QUALCHE RITUALE SCARAMANTICO PRIMA DI AFFRONTARE UNA GARA IMPORTANTE?

No, perché sono un po’ sfortunata. Sono tante le mie amiche che hanno diversi oggetti scaramantici come braccialetti o “le mutande della gara”. Anche io ho provato con qualche portafortuna ma i risultati non erano influenzati particolarmente, anzi, alle volte andava anche peggio delle aspettative! Quindi ho deciso di accantonare l’idea.

HAI PROVATO LA FLUMEN COLLECTION DI CTW. COSA NE PENSI?

Nonostante i capi siano davvero leggeri, tengono molto bene il vento e, a differenza degli altri tessuti sintetici, puzzano molto meno.

CON CTW TI SEI TROVATA MEGLIO NEL MEZZO FONDO O NELL’ALLENAMENTO DA VELOCISTA?

Ho testato i vostri capi sia nel mezzo fondo che nella velocità. Per quanto riguarda il mezzo fondo mi sono trovata bene a correre con giornate ventose e sono rimasta molto stupita della capacità dei capi di restare asciutti e di non assorbire il sudore. Mentre nella velocità, i vostri capi, essendo molto leggeri e adattandosi alle forme del corpo mi lasciavano veramente libera nei movimenti. A dir la verità mi sono trovata bene in ogni situazione! Complimenti davvero.

Ringraziamo Emma per il tempo che ci hai concesso e le facciamo un grosso in bocca al lupo per i suoi appuntamenti futuri!

Il Team di CTW

By | 2017-03-13T11:10:05+01:00 Gennaio 16th, 2016|Interview|0 Commenti

About the Author: